Come investire l’eredità ❌[non fare l’asino]

come-investire-eredita RenditePassive

Cosa devo farci con l’eredità?

 

Come gestire l’eredità è un problema di molti in Italia

 

Investire una vincita porta le stesse domande, ma è ben più raro

 

È fondamentale avere un piano serio

per gestire quanto ereditato e non fare sciocchezze


Sto per spiegarti perché, se ti spazzoli tutta l’eredità in macchine sportive e scommesse, sei un vero disturbato e non ti meritavi un fico secco.

Cose da considerare quando si riceve l’eredità:

  • Decidere se rifiutare l’eredità
  • Tasse di successione
  • Gestione del patrimonio
  • Residenza fiscale
  • Pianificare il futuro

Ricevere un eredità è un dono enorme che in genere si associa a un momento di estremo dolore.

Ereditare un patrimonio può cambiare (o no) il futuro finanziario di chi la riceve.

Una buona gestione è anche il minimo che possiamo fare per onorare la memoria di chi ci ha generosamente lasciato dei beni.

Generalmente questi beni sono stati faticosamente costruiti negli anni, spesso anche pensando proprio agli (ingrati) eredi.

La generazione nata tra gli anni 40 e gli anni 50 ha vissuto uno dei periodi più prosperi della storia dell’uomo ed ha costruito l’Italia ricca in cui viviamo oggi.

..ok poteva essere ancora più ricca, ma questa è un’altra storia..

È vero che si veniva dal dopoguerra e per certi versi la vita era uno strazio, ma di fatto, ogni giorno era meglio del precedente dal punto di vista della crescita economica, lavorativa e sociale.


Chi erediterà di più in Italia

Molti miliardi di euro di beni saranno ereditati da Generation X e Millennials e nei prossimi 20/30 anni in Europa.

Questo è un grosso trasferimento di ricchezza e molte persone si chiederanno “cosa posso fare con la mia eredità?


Quanto erediteranno gli italiani

Le cifre che verranno ereditate non sono ben calcolabili.

I pensionati italiani lasceranno in eredità approssimativamente tra 50 ai 400 mila euro ai loro eredi. A differenza di altri paesi, in Italia è molto pesante l’immobiliare e i titoli di stato. Pochi fondi e poche azioni ( ..e forse è meglio così, vista la sfigatissima borsa italiana).


Cosa sapere prima di ereditare

Cosa sapere prima di ereditare

Ereditare non è un processo automatico.

Resterai sorpreso da quante scartoffie dovrai gestire e quanti soldi di notaio e tasse dovrai pagare.

 

Tasse di successione:

In Italia se si ereditano beni immobili sopra il milione di euro si paga una tassa di successione (4-8%). Questa tassa è tra le più basse in Europa. La franchigia per il cash è a centomila euro.

Dopo quelle di successione potrai “degustare” anche le imposte ipotecarie e catastali.

Non mancherà dunque un notaio a “dirigere l’orchestra”.

 

Residenza fiscale:

Se il defunto viveva all’estero si potrebbero applicare le leggi di quel paese (legge del 2015).

 

Rinunciare all’eredità:

Follia? Non sempre.

Vediamo perché.

In alcuni casi potrebbe avere più senso rinunciare all’eredità che prenderla.

Uno di questi casi è quando insieme ai beni e alle proprietà si ereditano anche debiti.

Se poi i debiti sono verso la pubblica amministrazione e superano i 120 mila euro, conviene informarsi perché si rischia il pignoramento.

Chi eredita rischia il pignoramento se ha debiti con l’agenzia delle entrate.

Ecco una comoda tabelle da InformazioneFiscale

È meglio la donazione dell’eredità

Dipende. Non cambia troppo. Meglio farsi consigliare nello specifico.


Come usare la tua eredità per onorare e ringraziare tutti i giorni chi te l’ha lasciata?

Prova a fare un reset

Se stai solo pensando a tutte le cose che potresti comprare con gli X mila euro ereditati sei un folle.

Ricevere un’eredità è un enorme privilegio.

È un’opportunità per migliorare la propria posizione finanziaria, non per fare un falò.

Prima di spendere un solo euro della tua eredità analizza la tua situazione e fai un piano, soprattutto se stai pagando dei debiti o se sei uno sciagurato.


Paga tutti i debiti

Se hai uno qualsiasi dei seguenti tipi di debito, dovresti pagarli subito:

  • Prestiti al consumo
  • Carte di credito revolving
  • Prestiti personali o linee di credito
  • Prestiti auto

Tranne che quello per la macchina, gli altri debiti neanche dovevi farli, quindi chiudili ora.

Se proprio devi chiedere credito almeno usa un motore per confrontarli.


Salvati il sedere

Se non ce l’hai già devi creare un fondo da cui attingere in caso di necessità.

La dimensione del fondo di emergenza dipende dalle tue spese.

Se spendi 2.000 € al mese, dovrai avere almeno 10.000 € accantonati in un fondo di emergenza.

La creazione di un fondo di emergenza non è una gran figata, ma è incredibilmente importante. Se dovessi perdere il lavoro o se ti arrivasse un imprevisto senza un fondo sai cosa faresti?

Te lo dico io.

Finiresti per liquidare (magari in perdita)  i tuoi investimenti o magari chiedere addirittura credito per coprire le spese. Quindi altri debiti e addio serenità finanziaria.


Calcola e integra i contributi

Controlla gli anni che ti mancano alla pensione integra i contruibuti mancanti.

Paga per gli anni di università, ricongiungi i mesi di militare poi fai i conti con un commercialista bravo.

Valuta sempre che i soldi che inietti nella pensione pubblica li avrai solo al raggiungimento dell’età pensionabile.

Questo è un rischio enorme se sei molto giovane.

Perchè?

Per ragioni di logica e di sostenibilità l’età pensionabile verrà spostata sempre più avanti in futuro.

Valuta se è il caso di auto-pensionarti qualche anno prima investendo in autonomia.


Costruisci valore

Ora che hai liquidato i tuoi debiti e assicurato un fondo di emergenza, è ora di costruire ricchezza e garantirti una pensione alle tue condizioni.

Calcola tra quanti anni vorrai andare in pensione e sistema tutto ciò che resta della tua eredità in maniera fiscalmente efficiente.


110.000€ in eredità – Azione

Mettiamo che ora hai 35 anni e ti arrivano, supponiamo, 110.000 € di eredità (quello che resta dopo aver costruito un fondo per le emergenze).

Se invece di spenderli tutti in ballerine, nani e champagne, li usassi come base per un tuo pre-pensionamento questo porterebbe a un incredibile vantaggio.

Attenzione: Stai per leggere una cosa importante.

In Italia, con un capitale di circa 625.000€ è possibile avere una rendita fissa fino a 2000€ al mese. In teoria anche di più, ma facciamo un calcolo prudente.

Quindi potresti andare in pensione a 60 anni, o quando vuoi con 625.000€ (investiti adeguatamente).

Ovviamente potrai “pre-pensionarti” anche prima, se saprai come gestirli e sempre se non preleverai mai più di 2000 euro al mese.

Dunque se alla cifra ereditata aggiungessi anche solo 300 € di tuo al mese, incredibilmente otterresti (più o meno) la stessa cosa a 60 anni, ossia il 625 mila euro (il calcolo è aprossimativo e dipende da tanti fattori).

In pratica la “spinta iniziale” dovuta il 110k€ aiuta tantissimo nel lungo termine, creando interesse composto molto prima che se partissi da zero.

Capito che differenza?

No?

Guarda un esempio senza i 110 mila €:

Se non ti arrivasse alcuna eredità di 110.000 €, per avere lo stesso risultato (i famosi 625.000€), dovresti risparmiare oltre i 930 € al mese per i prossimi 25 anni.

Ora che lo sai, non fare finta di niente.

Comincia a pensare che sei responsabile delle tue finanze e che, anche se sei abituato a delegarne la gestione, sarebbe molto più saggio cominciare immediatamente a capirne di più.

Il calcolo non tiene conto a pieno della variabile inflazione, per questo è prudente.


Cosa conta nella vita

Se hai capito quanto è grande il dono che hai ricevuto, allora è ora di fare i conti con cosa sta per cambiare.

La prima cosa che puoi smettere di fare è finirla di risparmiare per costruire il fondo emergenze. Ce l’hai già.

Puoi estinguere tutti i tuoi debiti, quindi all’improvviso non hai più debiti da pagare.

Puoi pagare i contributi che ti mancano alla vera pensione in anticipo e svignartela dal lavoro prima del tempo (se non ti piace o se hai di meglio da fare).

Ti si liberano risorse che puoi spendere in esperienze e cose che davvero ti renderanno felice.

Nessuno ti obbliga a non continuare a risparmiare e a costruire ricchezza per chi verrà dopo di te, ovviamente.

Dove potresti reindirizzare le risorse liberate?

  • Sparati un viaggio davvero lungo. Sembra impegnativo, ma in realtà ti può cambiare per sempre il modo di vedere le cose. In meglio. Posso dire che le cose che imparo viaggiando mi permettono di vivere una vita migliore.
  • Studia, pagati un corso costoso di qualcosa che ti piace. Il denaro speso per la formazione poi torna decuplicato. Pensa che fortuna se puoi imparare ancora meglio qualcosa che già ti piace. Non c’è limite al ..meglio.
  • Metti da parte i soldi per l’università ai tuoi figli o nipoti.
  • Realizzare i sogni degli altri, oltre ai tuoi , ha un sapore fantastico.
  • Supporta un progetto benefico nella tua città o un’associazione che stimi.

 


Cosa ha fatto Sting

sting-eredita

 

  • Sting, l’ex cantante dei Police, ha un patrimonio stimato in 200 milioni di euro.
  • Sting, ha 6 figli.
  • Sting ha detto che non gli lascerà niente in eredità.

 

Un discorso simile lo ha fatto recentemente Warren Buffet.

Il mago delle finanza dice che vuole dare ai figli “l’opportunità di lavorare”.

Secondo me ha senso quanto dice, e poi vuole dare molti soldi (e sono proprio tanti-tanti nel suo caso) al suo amico Mr Bill Gates che ha una “piccola fondazione“, diciamo.

L’ultimo mito è Mr. Berlucchi, quello delle bollicine, orgogliosamente buone e italiane.

Il genio pare abbia venduto, invece che donato, l’azienda ai figli.

Ha detto che sta funzionando…


Cosa ne pensi?

Fanno bene a non lasciare nulla?

Scrivilo nei commenti…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!