Mintos: Cos’è? Recensioni +9,8% dopo 7 anni che investo – Come funziona?

opinione mintos RenditePassive
4.7
(753)

Mintos è il P2P più grande e popolare d’Europa

Ecco spiegato cos’è Mintos, come funziona e come lo imposto per generare il +10% di rendimento.

Questa è la recensione definitiva su Mintos in Italiano basata sulla mia esperienza personale da investitore

I vantaggi di usare Mintos

  • Rende tanto (ma con rischi alti) +10%
  • Posso automatizzare l’investimento al 100%
  • È in sito di P2P lending più usato in Europa
  • Posso investire in migliaia di prestiti perché è il sito di P2P che ne ha di più
  • I prestiti sono in più paesi, quindi diversifico anche geograficamente
  • I prestiti sono garantiti (relativamente) dagli originatori di prestiti
  • Il sito è anche in italiano 🇮🇹 (finalmente)

 

Svantaggi e lati negativi di Mintos

  • È un investimento, quindi comporta rischi
  • La garanzia di riacquisto dei prestiti non è mai sicura al 100%

Io investo i miei soldi con questo strumento di peer to peer lending da 7 anni ed ho avuto un rendimento medio annuo intorno al 10%.

 

 

 

Ecco la mia recensione Mintos da investitore.

Io non consiglio di investire in nessuna piattaforma in particolare, tantomeno con Mintos.

Racconto solo la mia esperienza personale da investitore.

⚠️ I prestiti su Mintos possono andare in fallimento. Gli originatori di prestiti potrebbero chiudere o smettere di funzionare. Gli interessi altissimi che ci pagano arrivano anche da paesi geopoliticamente instabili.

 


 

Cos’è Mintos P2P?

Mintos è un “mercato di prestiti in peer to peer”.
In sostanza Mintos fa da intermediatore di prestiti emessi da altre entità finanziarie.
Questi originatori di prestiti usano Mintos come luogo sicuro per la compravendita dei loro prestiti.
Per spiegarlo meglio, Mintos funziona come la borsa di valori in quanto permette di scambiare prestiti.

 

Mintos sito ufficiale

Come funziona Mintos?

 

Mintos funziona così passo-passo:

Per iniziare su Mintos io mi sono iscritto sul sito ufficiale:

 

In basso trovo un pulsante con scritto “Create Account” e faccio click.

Usare il promo code ( MINTOSCLUB.U7Z0PF ) NON è più necessario.

✅  Io mi sono registrato dal sito ufficiale ed ho ottenuto in automatico un bonus di 50€ più l’1% aggiuntivo su tutto quello che ho investito.

 

Il passo successivo è depositare la cifra che voglio investire in prestiti e attivare l’investimento automatico chiamato “core” .

 

Da questo momento il sistema acquisterà prestiti per me in maniera automatica.

 

 

 

 

La “strategia Conservative” è stata quella che preferivo ma purtroppo non esiste più per i nuovi utenti.

 

Dove trovo Mintos Core (strategia automatica)?

 

Vado sotto il menu “invest” poi su “crea portafoglio”.

Fatto questo non devo fare più nulla e succede tutto in automatico.

Io sono in grado di scegliere i prestiti manualmente e creare portafogli del tutto personalizzati, ma questo non è sempre necessario.

Riepilogando come faccio:

  1. Mi registro su Mintos (sito ufficiale)
  2. Deposito la cifra che voglio investire
  3. Vado su “investi”
  4. Vado su “crea portafoglio”
  5. Scelgo “CORE”
  6. Nella casella “inserisci l’importo in EURO” metto quanto voglio investire
  7. Faccio click su “investi”

 

Mintos CORE investe in tutti i prestiti con tutti i rating da 1 a 10, ma mi garantisce la massima diversificazione.

Se voglio solo i prestiti migliori allora devo attivare anche una strategia “Mintos Custom Automatizzata”.

Continua a leggere!

 

 


E adesso che succede?

 

Adesso ho finito.

Con questi 7 passaggi io ho attivato una strategia di investimento con Mintos che mi genera una rendita automatica giornaliera.

Tutti i giorni infatti mi arrivano gli interessi dei soldi che ho prestato su Mintos.

Per vederli vado in “estratto conto” e poi “interessi ricevuti”.

 


Come fare una strategia avanzata ma semplice?

Se ho voglia di “fare le cose per bene”, vale la pena investire 5 minuti per investire solo nei prestiti delle società più affidabili di Mintos.

In sostanza, Mintos assegna un reting di rischio da 1 a 10 ai suoi originatori di prestiti. Se io voglio comprare prestiti solo da quelli posso farlo facilmente.

 

Ecco come faccio:

  1. Mi iscrivo su Mintos
  2. Deposito quanto voglio
  3. Vado su “investi”
  4. Faccio click su  “Crea Portafoglio”
  5. Seleziono su “Mintos Custom”
  6. Seleziono “Automatizzata”

 

mintos automatizzata

 

Adesso raffino la scelta velocemente:

  1. Nelle selezione faccio click su “Mintos Risk Score” e porto il minimo a 6
  2. Vado in basso e scrivo il nome del portafoglio
  3. Come “obiettivo del portafoglio” posso mettere qualunque cifra (1000€ / 15.000€ / etc)
  4. In “investimento per serie di note” imposto 50-200
  5. Vado adesso sul pulsante Blu e faccio click su  “Salvo attiva”

 

mintos risk score a 6

Finito!

 

 

Cosa ho fatto?

Ho appena detto a Mintos di comprarmi solo prestiti con rating alto e dunque un pò meno rischiosi.

Gli interessi ei prestiti verranno automaticamente reinvestiti in altri prestiti per creare interesse composto.

Nella newsletter trovi strategie ancora più avanzate sia su come uso Mintos che gli altri siti per investire.

 

 

Scopri come uso Mintos per guadagnare

 


Quanto si guadagna con Mintos?

Io con Mintos, al momento, guadagno alcune centinaia di euro al mese.

Conto di superare i 1000 euro al mese entro pochi anni.

Questo perché ho investito, consapevole dei rischi, parecchie migliaia di euro.

Dal 2016 Mintos mi da una rendita piuttosto stabile, quindi posso dire che io guadagno con Mintos da anni.

Con Mintos si guadagna quasi l’11% di quanto si investe, ma attenzione, non è un percorso lineare.

Alcuni prestiti subiscono ritardi e alcuni originatori di prestiti possono avere problemi. Per questo se mi chiedi “quanto si guadagna con Mintos” io ti rispondo che io guadagno molto, ma serve saper sopportare anche piccole perdite.

 

mintos rendimento

Questo sopra è un guadagno parziale fotografato dal mio account pochi mesi fa.

 

 

Investendo e guadagnando con Mintos non ci sono capitale o rendimenti garantiti.

I prestiti rendono tra il 5% e il 21,5%Quanto rende mintos rendite passive

L’interesse medio su Mintos P2P è del 12,2%, ma cambia continuamente.

Questi numeri non sono opinioni ma statistiche reali prese dal sito ufficiale e dai miei numeri.

12% non è un dato fisso ma sale e scende a seconda dell’offerta.

Sono in offerta anche prestiti in altre valute, ma per la mia esperienza ritengo pericoloso finanziare prestiti NON in euro.

Si può fare trading di prestiti per aumentare i rendimenti (…lascia stare).

Quello che faccio io per avere il massimo vantaggio da Mintos è reinvestire tutto quello che guadagno immediatamente.

Dunque tutti i giorni, appena mi vengono pagate le rate, io reinvesto (in automatico, lo fa per me il sistema) tutto in nuovi prestiti.

Io ho investito molto attraverso questo sito e dunque, per ragioni di prudenza, distribuisco i prestiti anche su originatori di prestiti più solidi che pagano meno interessi.

Il mio rendimento annuo dal 2015 sfiora il 10%.

 

quanto-rende-mintos-rendite-passive

Screenshot di qualche mese fa dal mio account. Ora è intorno al 9,8%.

 


Come funziona Mintos?

Mintos fa da mediatore tra le agenzie di credito che offrono prestiti e me, investitore in prestiti P2P.

In sostanza:

  1. Qualcuno chiede un prestito (auto, personale, casa, etc.)
  2. Una finanziaria glielo concede (tipo Findomestic, Argos, ma all’estero per intenderci)
  3. La finanziaria lo sottopone a Mintos
  4. Mintos mi permette di prenderne una fetta
  5. Chi ha ricevuto il prestito paga le rate
  6. Io ricevo le rate in proporzione a quanto ho investito

Mintos si assicura che l’agenzia che eroga i prestiti sia solida.

 


 

Come ho iniziato con Mintos ✅

Ecco la mia esperienza diretta:

Ai tempi ho accettato ed ho davvero ricevuto l’1% aggiuntivo su quanto ho investito nei primo 90 giorni. Ora non so se offrono ancora qualcosa.

Sostanzialmente il bonus mi ha aiutato a vincere la mia resistenza a depositare soldi all’estero. Punto.

Io avevo già deciso che volevo iniziare a investire in prestiti.

Ad oggi non si può alimentare Mintos con PayPal o carta di credito. Funzionano Wise, Revolut e i normali bonifici bancari.

Ad oggi ci sono più di 20 mila Italiani su Mintos, con un investimento medio di 4900€ (fonte Mintos 2019).


Come investire + 128 k euro su Mintos

Io trovo che Mintos sia piacevole da usare. Qualcuno arriva a dire che è “divertente”, ma già si tratta di casi umani …come me.

È molto moderno, veloce (rispetto al 2015) e fa sentire “brillante” l’investitore.

Come usare p2p lending occhio blu

Mintos seconde me è brillante grazie alle recenti automazioni che sono facili da usare.

 


Quanto investire su Mintos?

In media, le persone su Mintos investono 14900€ (fonte ufficiale: Mintos).

In realtà, per sapere quanto investire su Mintos serve sapere quanti soldi si è disposti a rischiare in questo modo, in cambio di rendimenti altissimi.

Il P2P lending è una pratica rischiosa e redditizia, quindi non bisognerebbe mai investire troppo su Mintos e siti simili.

il 70% dei nuovi iscritti ormai usa la formula “portafoglio Mintos Core”.

Usare le strategie di portafoglio automatiche significa semplicemente impostare la cifra che si voglio investire e fare click su OK.

Quando attivo un “portafoglio core” sto dicendo a Mintos di comprare prestiti per me in automatico.

Se cambio idea e voglio riportare in Italia i miei soldi posso farlo in pochi giorni.

il 70 % circa di quanto ho investito mi viene restituito subito, il resto a scadenza.

 


Quanto ho investito su Mintos io che scrivo?

Mintos quanto investire rendite passive

 

Dopo 7 anni su Mintos io ho investito e reinvestito per alcune centinaia di migliaia di euro in prestiti.

Ho testato personalmente tutte le automazioni e le modalità di investimento, inclusa la compravendita di prestiti sul mercato secondario.

Ad oggi uso prevalentemente la “Mintos Custom Automatizzata“.

La strategia “Mintos Custom Automatizzata” io posso scegliere con maggiore precisione i prestiti che voglio.

In genere, si inizia col “portafoglio core” poi si aggiungono alcuni “Mintos Custom”.

Non c’è nulla da sbagliare, tutto è reversibile.

 

 


Opinioni negative su Mintos 👎🏻

Le recensioni negative su Mintos sono poche e ne ho trovate sia su Trustpilot che su qualche forum.

 

Mintos opinioni negative truffa

La maggior parte di queste recensioni negative su Mintos riguardano problemi tecnici e incomprensioni causate  da ritardi nel trasferimento di fondi (poi risolte).

Io ho smesso di fidarmi troppo delle opinioni degli altri se non conosco chi esprime l’opinione. Il metodo migliore che ho trovato per stabilire la credibilità e l’affidabilità di uno strumento di investimento è stato iscrivermi e provarlo io stesso (tanto è gratis).

Su Trustpilot va bene farsi un idea ma non basta secondo me.

Io ho analizzato i rischi del P2P Lending da solo e usando i miei soldi.

Ad oggi, Mintos ha prestiti incagliati in alcuni paesi, ma io lo reputo del tutto normale.

Chi investe in prestiti ad altro rischio gode di alti rendimenti e si prende anche i rischi.


È sicuro Mintos?

Mintos ha ricevuto le licenze di impresa di investimento e di istituto di moneta elettronica dall’autorità di regolamentazione lettone “Financial and Capital Market Commission”.

Per questo protegge i suoi utenti secondo le normative MiFID Europee.

Per capirci meglio: Mintos è totalmente regolamentata, quindi è trasparente. Deve presentare i bilanci e deve rendere conto al governo.

Mintos è anche registrata su CONSOB come impresa estera senza sede in Italia col numero 5476.

Cosa nasconde Mintos?

Mintos è legata ad alcuni originatori di prestiti come Mogo e Hipocredit.

È un bene o un male non saprei dirlo, ma il dubbio resta. Mogo ha gli uffici nello stesso edificio di Mintos, e neanche questo mi sembra un problema.

mintos truffa?

Ho scavato un pò, per quanto ho potuto, nel passato di questo sito di social lending e non ho trovato nulla di rilevante a parte questo.

Il gruppo che ne ha sostenuto la crescita all’inizio, la Skillion Ventures è legata al figlio di un influente businessman.


Dov’è Mintos (indirizzo)

Regolarmente registrata all’equivalente della camera di commercio in Lettonia con €1 milione di capitale sociale.

Il capitale di Mintos è separato da quello degli investitori.

L’indirizzo esiste ed è questo:

SIA Mintos

Rīga, Skanstes iela 50

Mintos assegna i ratings ai lenders

Da qualche tempo ha iniziato a dare “le stelline” ai suoi originatori di prestiti, chiamati in gergo, “lenders”.
I rating vanno dal numero 1 (il peggiore) al 10, il massimo.
 
A mio parere (e non solo) questi rating sono piuttosto attendibili e sono una buona base d’inizio per me per stabilire quando investire in ogni lender (quando non investo in automatico).
 

Quanto è più sicuro Mintos rispetto ad altri P2P 🛡?

La sicurezza è un concetto molto relativo quando si parla di investimenti.

Investire comporta sempre dei rischi e il P2P Lending non fa eccezione.

Mintos ha il vantaggio di essere enorme e avere una vasta esposizione geografica, ma il prodotto restano i prestiti.

Io investo in molti lenders e anche in altri migliori P2P e immobiliari in crowdfunding per abbassare i rischi.

Ecco mia distribuzione geografica su Mintos:

p2p distribuzione prestiti rendite passive

 


Chi può investire con Mintos?

Può investire con Mintos chi ha più di 18 anni e ha un conto in banca in Europa.

Termini e condizioni sono disponibili sul sito.

 

investitori-italiani-mintos-p2p
Siamo quasi 400 mila investitori su Mintos. Naturalmente in moltissimi siamo italiani.

Quanto è sicuro Mintos buyback guarantee?

Questa domanda non se la fa nessuno.

Questo grazie al sistema di garanzia messo in piedi da questo strumento.

Figata?

Freniamo l’entusiasmo e comprendiamone i limiti.

 

Come funziona il Buyback Guarantee di Mintos?

Facile.

Tutti gli originatori che offrono prestiti coperti da questa garanzia sono obbligati a ricomprare i prestiti che mi hanno venduto se questi subiscono un ritardo di 60 giorni.

Si, hai letto bene.

Io compro i prestiti, se pagano regolarmente (80% dei casi) io incasso, se non pagano chi me lo ha venduto se lo ricompra.

In teoria il sistema è perfetto perché io non perdo mai, ho solo da guadagnare. Ma…

Ma allora il buyback guarantee di Mintos è “l’uovo di Colombo”?

Si e no, soprattutto no.

Questo perché i “lenders” non hanno risorse infinite, e se pure le avessero, potrebbero fallire e lasciarmi col problema. Fino al 2019 solo un lender aveva avuto problemi. Era piccolo e si chiamava Eurocent. Di fatto gli investitori stanno aspettando la soluzione già da un pò. Altri Lenders stanno subendo ritardi ora, ma ci sono ottime probabilità che questi crediti incagliati verranno recuperati.

Ha funzionato finora il Buyback guarantee?

Assolutamente si, nel +90% dei casi, per adesso, ma questo non costituisce garanzia per il futuro.

Il problema è che a volte è il lender (l’originatole dei prestiti) che decide di non pagare, quindi non esistono garanzie assolute.

 


È adatto Mintos a chi inizia a investire?

Io ❌ non sono un consulente finanziario, quindi non distribuisco consigli di investimento.

Dalla mia esperienza diretta col P2P posso dire che è facile da usare e le automazioni sono comprensibili perchè il sito ora è anche in italiano.

In caso di dubbi è sempre meglio farsi aiutare da un consulente finanziario autorizzato e non fidarsi delle informazioni raccolte online (incluso questo sito).

Investire in P2P Lending comporta rischi, quindi trovo utile che chi inizia si documenti bene.

Io l’ho fatto. Ho studiato per mesi prima di investire, anche se è vero che all’epoca era più difficile di adesso.

Oggi, in generale, è diventato più facile di prima investire in peer to peer lending.

 


qr code mintos italiano

Scannerizza il codice con la fotocamera del tuo smartphone per scoprire di più.

 


Come ritirare i soldi da Mintos?

Per ritirare i soldi da Mintos basta andare in alto a destra nella sezione “Preleva Denaro”.

Da qui poi faccio click su “ritira”.

Fatto!

Dopo pochi giorni i soldi che voglio ritirare da Mintos arrivano sul mio conto corrente italiano.

 


Cosa cambierà

Hanno annunciato grosse novità:

  • Permettono di investire anche in ETF
  • Hanno convertito i prestiti in “notes” per diventare regolamentati

 


Cosa ho sbagliato io 📌

Non molto per fortuna.

Direi che forse il mio errore maggiore è stato ragionarci troppo prima di fare un test.

Avevo timore a trasferire i soldi. Pensavo potessero sparire e mi sarei sentito sciocco. Sinceramente è stato questo il mio freno.

Calcolando che il bello dell’investire in P2P Lending è senza dubbio l’interesse composto, posso dire che ogni giorno perso a non investire ho perso soldi. 

Ora investo, incasso, reinvesto e va bene così.

 


Bonus Mintos

Mintos a volte offre un Bonus a chi si registra. Non sempre.

Se ti spetta, lo trovi scritto immediatamente sulla pagina iniziale.

⚠️ Tieni presente che il bonus che offrono normalmente ha limiti di tempo.

Ad esempio, a me hanno offerto l’1% su quello che investivo nei primi 3 mesi. Per questo ho provato a massimizzare il mio bonus.

Mi ricordo anche che, nel mio caso, il bonus Mintos si applicava solo a quanto investivo in prestiti, non bastava depositare per averlo.

Il minimo per riceverlo ricordo che era 1000€.

 

Visita Mintos e fatti la TUA idea

 

 

Conclusioni e alternative a Mintos

Come ho già detto Mintos è uno dei siti P2P che mi piace di più.

I motivi sono tanti e tra tutti i motivi per me sono importanti le dimensioni, Mintos sta diventando molto grande e quindi potenzialmente più affidabile. Come spesso accade quindi, anche nel P2P…le dimensioni contano.

“Invest & access” è una buona automazione che permette  di essere investiti quasi immediatamente ed è compatibile con investimenti manuali ed altre strategie.

Alternative a Mintos P2P

Usare solo Mintos è sbagliato, perché concentrare tutti i miei prestiti in un solo strumento non è saggio.

Per questo ne ho scelti anche altri, i migliori P2P lending, simili o totalmente diversi, per costruire un portafoglio prestiti  equilibrato.

 

Alternative profittevoli a Mintos possono essere:

 


Cosa manca in questa recensione Mintos?

Qual’è la tua esperienza fino ad ora? Ti sei fatto la tua opinione su Mintos?

Lacia un commento!

Visita Mintos da solo

È stato utile questo articolo?

Fai click sulle stelle ↘️ per votarlo!

Voto medio 4.7 / 5. Numero: 753

Sii il primo a votare questo articolo!

Se ti è servito questo articolo, ora fammi 1 favore: condividilo!

Coraggio, condividilo adesso!

Mi dispiace molto che non ti sia piaciuto questo articolo!

Miglioriamolo, dai!

Puoi dirmi cosa non hai trovato, per favore? (resterai 100% anonimo, non potrò sapere chi sei non potrò rispondere)

61 pensieri su “Mintos: Cos’è? Recensioni +9,8% dopo 7 anni che investo – Come funziona?

  1. rocco dice:

    Un fatto strano, ho effettuato un deposito di 500 euro, quando sono tornato sil sito per vedere sel i bonifico fosse arrivato erano già stati investiti 380 euro tramite auto invest anche se io non avevo ancora effettuato nessuna azione. i restanti 120 li ho investiti io sempre con auto invest. E’ normale una situazione del genere’ premetto che hi investito anche in dofinance e ho fatto tutto io anche scegliendo autoinvest.

    • Rendite Passive dice:

      Nessun auto-invest dovrebbe essere attivo all’iscrizione, io li ho sempre attivati di persona i miei. Ho scritto a Mintos per chiedere spiegazioni intanto, sono curioso di conoscere la risposta. Immagino che saprai già che si può liquidare tutto quasi immediatamente con “Invest & Access”.

  2. Gariobe dice:

    Una curiosità da ignorante in materia. Il come funziona con i guadagni che si fanno su queste piattaforme? Vanno dichiarativa al fisco? Su pagano le tasse?

    • Rendite Passive dice:

      Altro che ignorante, è una domanda lecita, Gariobe. Ho scritto tempo fa qualcosa a riguardo e anche qui nella newsletter c’è esattamente come faccio io da anni. Non sono un commercialista, quindi è meglio sentire un professionista. Io ho chiesto all’agenzia delle entrate per avere informazioni di prima mano e ho condiviso le istruzioni che valgono nel mio caso (ho fatto il 730 pre compilato). Comunque si, si pagano le imposte sui profitti da P2P lending e investendo ad esempio a Gennaio ho tempo fino Giugno all’anno dopo per metterli in dichiarazione. Conviene ancora dopo le tasse? A me si e abbondantemente. Sono rendimenti a bassa manutenzione (non basso rischio) che non trovo da nessun’altra parte.

  3. Max dice:

    Anch’io ritengo Mintos una delle piattaforme più affidabili, probabilmente insieme a Bondora (solo Go&Grow, che però rende circa la metà). Per lo meno hanno un track record più lungo rispetto ad altre. Invest&Access per me è stata una delusione, mi son ritrovato investimenti a bassissimo interesse e scadenza 60 mesi. Io al max arrivo a 12. Ho ritirato tutto ed investito di volta in volta come preferivo. Late e Pending Payments costituiscono una buona percentuale di ritardi, quindi l’interesse ne risente: al momento riesco a spuntare un 11% abbondante annuo. probabilmente conviene investire solo in queste società più grandi, viste le delusioni ricevute da altre più recenti e piccole, come Kuetzal ed Envestio (e secondo me altre falliranno). E’ buona regola dubitare di condizioni troppo favorevoli…

  4. Andrea dice:

    Vorrei capire meglio come funziona il reinvestimento automatico:se investo ad es. 1000 euro con auto invest (quindi portfolio size 1000), man mano che ottengo degli interessi come fa il sistema a reinvestirli se la capienza per l’investimento è già tutta utilizzata?Devo costantemente aggiornare il portfolio size oppure questo parametro riguarda solo il capitale iniziale? Grazie per l’attenzione

    • Rendite Passive dice:

      Ciao Andrea. Io quando imposto il mio portfolio size per ogni autoinvest sto sostanzialmente mettendo un limite solo a quel portafoglio. La spunta “Do you want to reinvest?” la metto sempre su ON.
      NO, il portfolio size non riguarda solo il mio capitale iniziale. Non verrà mai superato e gli interessi eccedenti finiranno sul conto. In realtà non accade, perchè i prestiti continuano a esaurirsi tra l’essere ripagati e tra i riacquisti di buyback. Io creo molti portafogli con parametri diversi e poi tengo in alto nella lista quelli a cui voglio dare priorità.

  5. Mauro dice:

    Rendimenti invitanti ma cosa succede se la piattaforma fallisce? O peggio ancora se la società a cui presto i miei soldi scappa con il malloppo? Rischio migliaia di euro, reinvesto i profitti fino a quando non perdo tutto prima o poi? É questo che mi frena, queste piattaforme mi sembrano delle bolle pronte ad esplodere.

    • Rendite Passive dice:

      La tolleranza al rischio è molto personale, Mauro. Io, ad esempio so che devo accettare il rischio di perdere dei soldi se voglio moltiplicarli, lo faccio da tanti anni.
      È giusto però che ognuno di noi si prenda rischi tollerabili, perchè investire deve portare serenità finanziaria, non stress.
      Tutto può cambiare, ma Mintos, ad esempio, sta avendo un successo strepitoso proprio perchè è riuscita a creare un ambiente pseudo-sicuro per degli investimenti che di sicuro hanno ben poco.
      Non ho intenzione di fare pubblicità a Mintos, non mi interessa. Ammetto però che ha avuto una bella idea a scaricare sugli originatori di prestiti la responsabilità di pagare la garanzia di Buyback. Mintos è profittevole e alcuni originatori di prestiti sono anche azionisti, aumentando quindi i motivi per supportarla. Fino a quando ci saranno queste condizioni io continuerò a investire.
      Mintos, Bondora, Estateguru non possiedono i miei soldi.
      Se fallissero io avrei comunque una serie di contratti firmati direttamente con chi riceve il prestito. Si chiamano prestiti diretti.
      10.000€ investiti su Mintos nel 2015 (visto il tasso di default vicino allo 0) nel 2020 diventano 20.000 grazie all’interesse composto. Quindi per i miei parametri il rischio c’è ma è ben pagato. Questo non significa assolutamente che tutti debbano fare come me.
      Io scosiglio fortemente di imitare i miei investimenti se non si sa cosa si sta facendo. Inoltre il p2p lending, come tutti gli investimenti, non è adatto a diventare il mio investimento prevalente. Per chi ha meno tolleranza al rischio è sempre giusto sentire un consulente finanziario indipendente o almeno un advisor automatico a basso costo e puntare sul lungo termine.

      • Lorenzo dice:

        Ciao e sinceri complimenti per il tuo blog! Domanda da principiante in materia… ma per aprire un conto con mintos e poter operare viene richiesto un questionario con domande generiche… Ti risulta? Grazie

        • Sal @ Rendite Passive dice:

          Ciao Lorenzo.
          Io so che Mintos deve assicurarsi di seguire le norme antiriciclaggio (formulario obbligatorio “conosci il tuo cliente” KYC e AML).
          Inoltre, e questa è una cosa seria e conveniente per tutti, ci fanno passare attraverso un formulario per capire la nostra propensione al rischio.
          Sono abbastanza sicuro che sono quelle le domande a cui ti riferisci.
          Io sono iscritto da molti anni, e nonostante tutto, ho dovuto rispondere a quel questionario, perchè è diventato obbligatorio per legge.

  6. Avv. Giardullo dice:

    3 anni fa lessi questo articolo ma non mi fidai a investire. Lo ritrovai per caso quasi un anno dopo e mi decisi a registrarmi e a provare con 1000€. Dopo un altro anno aggiunsi 10k.
    Risultato: più di 1000€ di interessi guadagnati e 176€ di prestiti pending, in recupero.
    Bilancio dunque nettamente positivo.
    Grazie grazie e ancora grazie chiunque tu sia che scrivi questo sito.

  7. Jorge Gramaglia dice:

    Anche io sto usando Mintos, diciamo che sto solo sperimentando un pò…. non riesco a capire per quanto sia fantastico un rendimento minimo dell’8 fino al 12 percento; chi ottiene il prestito come mai si affida a un’agenzia con un tasso cosi alto di interessi se ci deve guadagnare chi compra il prestito (noi), l’agenzia erogatrice e Mintos stessa??

    • Rendite Passive dice:

      Eccellente domanda Jorge.
      Infatti i soldi non crescono sugli alberi ed è bene sapere da dove vengono gli interessi del p2p lending.
      Queste di seguito sono le ragioni più comuni, ma non le uniche.
      In alcuni paesi per una fetta di cittadini è impossibile ottenere credito in banca. Colpa del sistema finanziario locale insieme a ragioni storiche.
      In molti di quei paesi poi i tassi di interesse (e di crescita) sono più alti che da noi. Successe in Italia negli anni ’80 qualcosa di simile e un mutuo al 20% di interessi non era raro.
      Alle volte attraverso il P2P lending stiamo finanziando spese tipo ricariche telefoniche fatte a rate e microspese simili. È logico che se una spesa da 10 euro qualcuno vuole pagarla in 4 rate da 4€ la percentuale di interessi diventa alta.
      Succede anche che stiamo dando credito a individui già indebitati, troppo ottimisti o che non dovrebbero avere possibilità di indebitarsi oltre. È dunque tempo di interrogativi anche etici in certi casi.
      Senza andare troppo lontano… una carta di credito revolving, in Italia applica in media il 17%. (sorpresa!)
      Il popolare originatore di prestiti di Mintos Mogo, in Albania arriva a chiedere fino al 129% di APR (spese) sui suoi prestiti.
      Quindi è chiaro che c’è spazio per far “campare” noi, Mintos e il loan originator.
      Ecco da dove vengono i soldi degli interessi al 12% su Mintos.

  8. Antek82 dice:

    Investo da diversi anni, intorno ai 20k, soddisfatto ad ora.
    Anche se ci sono gravi questioni aperte con due loan originator ( Capital Service e Finko) e non si sa cosa si recupera da questi.
    Io preferisco prestare principalmente nelle nazioni baltiche.

    • Sal @ Rendite Passive dice:

      Capital service e Finko rappresentano una piccola percentuale sul totale dei prestiti su Mintos, tuttavia sono molti sicuro che Mintos ci si gioca la faccia e quindi farà di tutto per recuperare il 100%.
      Anche il mio bilancio dopo 5 anni è estremamente positivo.
      Rendimenti così alti e senza troppa supervisione non si trovano facilmente altrove.
      Per me il rischio è adeguato al rendimento.
      Io non mi focalizzo sui paesi Baltici, guardo principalmente alla salute dei loan originators.
      Il nuovissimo “invest & access” (conservative) di Mintos è un buon modo per mettere almeno una parte dei prestiti in automatico.

  9. Marco dice:

    Dopo 10 mesi ho stoppato i prestiti e man mano che si liberano riporto a casa. Il buyback garantito è una farsa o meglio probabilmente a causa del mio inglese non perfetto e delle spiegazioni che girano in rete avevo capito che fosse Mintos stessa a garantirlo. Invece non è così e ora prendo atto che alcuni prestiti non sono per niente garantiti. Per fortuna si tratta di importi investiti ridotti.

    • Sal @ Rendite Passive dice:

      In questi anni ho letto e visto spiegazioni imbarazzanti su come veniva usato Mintos da pseudo-esperti in rete. Non mi ritengo migliore di nessuno, ma mi vanto di non investire e soprattutto di non scrivere di qualcosa che non ho compreso al 100%.
      Mi dispiace che la tua esperienza non sia stata positiva come la mia, Marco. Non difendo affatto Mintos, neanche me ne frega di mintos, ma ti rassicuro che negli anni i prestiti in ritardo vengono normalmente recuperati e 10 mesi non sono affatto un tempo sufficiente per giudicare.
      La durata media dei prestiti è 2/3 anni, quindi aspettarsi risultati prima è un errore.
      A mio parere Mintos non avrebbe dovuto promettere liquidita immediata con l’invest & access. Se investo in un prestito che dura 2 anni, aspetto 2 anni poi parlo di risultati. Mai investirei soldi che non potrei permettermi di perdere o di cui ho bisogno immediato.
      Sul fatto che il buyback è una farsa non riesco ad essere d’accordo perchè a me ha funzionato nel 99% dei casi in 5 anni e forse anche di più se faccio bene i conti. Solo oggi ho ricevuto 2 buyback, ne ricevo decine al mese.
      Nella newsletter ho anche pubblicato i loan originator che preferisco. Provo a tenere aggiornata la lista quando posso ma non va preso come un consiglio di investimento perchè non lo è, sono solo le mie cose private.

    • Sal @ Rendite Passive dice:

      È andato cambiando nel tempo ma al momento credo circa il 20%, dovrei guardare. Il rendimento iniziale era del 12%, ora è tra il 10,68% e l’11,58%. Ho circa 1000€ in “recovery” quindi dopo 5 anni direi che va molto molto bene.
      Il p2p lending non è reddito fisso, non ci sono garanzie di rendimento e anche il buyback guarantee di Mintos ha i suoi limiti. Tutto sommato, se guardo al totale che ho prestato fino ad oggi, stimo a spanne che meno dell’1% dei miei prestiti ha avuto problemi.

  10. Paolo dice:

    Ciao e grazie per il blog, che trovo veramente ben scritto e utile.
    Seguendo tutti i tuoi consigli ho provato a investire 1500 EUR su Mintos e ho un dubbio da neofita. Il mio daily summary dice che in un mese (poco di più) ho investito 1492,06 EUR e guadagnato 7,6 EUR (considerando anche i Pending payments. Ma dice che il net annual return è dell’11,11%. Il mio dubbio: se continuasse in media così tra 12 mesi potrei guadagnare 7,6*12 EUR che è circa il 6,11% e non l’11,11%. Non sto considerando l’interesse composto dovuto al rifinanziamento immediato?

    • Sal @ Rendite Passive dice:

      Grazie Paolo.
      Credo che un mese e mezzo sia un pò presto per capire qual’è il rendimento. Quando io ho iniziato non tutti i prestiti che volevo sono stati finanziati dal giorno 1. Di conseguenza dopo un mese o due non potevo pretendere l’11% di rendimento come se fosse reddito fisso.
      I prestiti sono un modo di investire davvero redditizio e facile da fare ma non funzionano come un orologio. Sono normali i ritardi ma a volte si ricevono anche interessi sui ritardi. Il calcolo esatto personalmente non mi interessa, guardo solo ai risultati a fine anno e negli ultimi 5 anni sono ottimi.

    • Sal @ Rendite Passive dice:

      Paolo non mi piace la parola “consigli”! Io racconto come faccio, mai consiglio nulla.
      Nell’articolo le parole consiglio o raccomando non le troviamo mai.
      Valutare il rendimento di Mintos dopo un mese non è possibile.
      Le rate arrivano dopo che maturi il diritto a ricevere interessi sul debito, dopo un mese non hai maturato molto, è normale.
      Io non userei Mintos se avessi obiettivi di rendimento a breve termine.
      Io ho guadagnato circa 12.000€ di interessi con Mintos negli anni e quello che guadagno adesso aumenta mese dopo mese perchè reinvesto tutti gli interessi e si accumulano in maniera esponenziale, non lineare.
      È anche normale avere qualche prestito in ritardo, di fatto sono prestiti ed è la norma, non l’eccezione che non vengano pagati tutti in orario.
      Quello che conta è il risultato finale.
      Io ho un rendimento reale intorno al 10,67% inclusi ritardi, non so se mi spiego ma è tantissimo.

  11. Ezio dice:

    Ho investito su Mintos, risultato a 5 giorni :
    1. Non mi hanno accreditato l’1%
    2. alcuni crediti risultano un ritardo e già ci rimetto un bel po’, nessun accredito.
    Brutta esperienza.

    • Rendite Passive dice:

      Ezio stai applicando un metro sbagliato.
      Mintos è un investimento solo a lungo termine.
      Esprimere un giudizio dopo 5 giorni non è appropriato.
      Il bonus dell’1% viene regolarmente accreditato dopo 30/60 e 90 giorni sull’investito, non sul depositato.
      I prestiti in ritardo vengono completamente coperti dai Lenders dopo 60 gg.
      Chi investe alcune migliaia di euro vede i primi accrediti praticamente subito. Con poche centinaia di euro (quindi pochi prestiti) ci vuole più tempo.
      Io non lavoro per Mintos, non lo promuovo, ne mi interessa difenderlo. Dico solo che una tecnologia di investimento così avanzata e potenzialmente redditizia non era accessibile ai più. Ora si, e io ne sto approfittando. Conviene capire come funziona prima di investire. Io non l’ho trovato affatto difficile.

      • Roberto dice:

        Buongiorno, devo pagare il 5% di tasse a mintos. Sono deducibili dal 26% allo stato italiano o no? Perché se si sommassero diventa il 31% e mi sembra un po troppo.
        Grazie e buona giornata.

        • Sal @ Rendite Passive dice:

          Ciao Roberto, la materia fiscale è meglio che la tratti un commercialista, io ho una visione limitata al mio caso che potrebbe essere diverso dal tuo.
          Qui trovi un articolo non molto aggiornato sull’argomento.

  12. Walter dice:

    Confermo ciò che dici. Mintos è un ottimo strumento. Dare giudizi a 5 giorni è classico di chi non sa ciò che Fa, ne ciò che vuole.

  13. giorgio dice:

    Sto investendo con mintos e guruestate da 6 mesi con ottimi risultati (10% circa).
    Chiaro il vantaggio dell’avere in portafoglio quote gestite in questo modo.
    Però il mio dubbio è il seguente: fino a quando ci metto 1500 euro per provare, rischio ben poco, ma non so se mi fiderei a collocare su queste due piattaforme delle cifre a 4 zeri.
    Cosa ne pensi?
    Grazie mille.

    • Sal @ Rendite Passive dice:

      Giorgio, io ci tengo cifre alte da anni, ma non ti invito a fare lo stesso.
      Investire deve dare serenità, non stress.
      In ogni caso, investire più del 20% del patrimonio in P2P e simili potrebbe non essere una buona idea.
      Non investire affatto in P2P e simili pure sarebbe una pessima idea, per me.
      i rendimenti sono ineguagliabili (nella loro categoria di rischio).

  14. Adriano dice:

    Ciao e complimenti per il blog: davvero approfondito, preciso e di qualità indiscutibile. Purtroppo sui P2P esteri è stato chiarito da tempo che si pagano le tasse su base IRPEF. Nel mio caso proprio non mi conviene !! E sono chiari anche i rischi nel “non” pagare queste tasse: fino a ben il 20% del capitale investito (non del gain). Peccato, ho gli account di Bondora e Mintos, due spendidi strumenti, ma che al momento da “italiano” non mi convengono rispetto ad altri strumenti.

  15. Federico dice:

    Complimenti per il bellissimo blog. Volevo chiederti se la tua opinione positiva su Mintos e Bondora è rimasta invariata in questo finale di 2021. Grazie mille

    • Sal @ Rendite Passive dice:

      Federico, io sono su Mintos e Bondora da anni e la mia opinione non è cambiata.
      Di certo con Mintos mi espongo su tanti originatori di prestiti, mentre con Bondora l’originatore è uno solo: Bondora stesso.

      Bondora esiste dal 2009, mentre Mintos solo dal 2015.

      Bondora ha il Go & grow che è il più facile per iniziare, mentre Mintos ha l’automazione access & invest (io uso solo il profilo “conservative”, 9% circa).

      Per abbassare il rischio io uso entrambi, più molti altri.
      Bondora potrebbe suonare come più rischioso perché meno diversificato.

      Mintos al momento accetta in lista d’attesa.
      Tanto vale mettersi il lista, tanto è gratis e poi si decide se investire o no.

      Qui ti elenco tutti gli strumenti che uso io con ottimi risultati.
      Il rischio è alto, i rendimenti sono alti ma non c’è capitale o reddito garantito al 100%:

      https://linktr.ee/Rendite.Passive

      Degni di nota al momento sono anche: IUVO (P2P 10% ), Freedom24 col conto al 3% in USD, ReCrowd (prestiti immobiliari, 9%) e Moneyfarm ma chiede un minimo di 5000€.

      Spero di aver risposto almeno in parte

      Sal

  16. Marco dice:

    Inizio complimentandomi per l’ottimo e utilissimo blog che hai creato. La mia domanda riguarda l’APR: ho capito a spanne che è un costo che le mutuatarie devono sostenere per l’erogazione del prestito. E’ molto importante durante la fase di scrematura degli investimenti in cui entrare? Meglio prediligere prestiti con APR alto o basso?
    grazie in anticipo

    • Sal @ Rendite Passive dice:

      Ciao Marco, io prediligo gli APR bassi, sotto il 200 quando possibile.
      Non voglio speculare su chi chiede prestiti, voglio patti equi.

  17. guillame dice:

    ciao, non mi stupisce il fatto che conosci Mintos a menadito e credo che tra tutte le notizie in rete che circolano su di esse le tue sono le più attendibili e dettagliate soprattutto perchè condividi la tua personalissima esperienza di investitore con i “tuoi soldi” e so cosa significa quando investi i tuoi soldi che “potenzialmente” potrebbero anche andare persi, bisogna avere coraggio ma nello stesso tempo essere PRUDENTI e agire in con OCULATEZZA. Se è possibile vorrei consultare la tua lista di “originatori di prestiti” che non prendi in considerazione per i tuoi prestiti in quanto li ritieni “non affidabili” ti ringrazio anticipatamente per il tempo che mi hai dedicato e ti rinnovo SEMPRE i complimenti per condividere la tua esperienza e i tuoi saperi gratuitamente!
    a presto (ps: non conosco il tuo nome!)

  18. Daniela dice:

    Ciao Sal,hai mai avuto problemi nel bonifico dalla Banca al crowdfunder? La Banca li fa tranquillamente o blocca. Proprio recentemente, con riferimento ad un altro investimento (acquisto di bitcoin su exchange) ho letto che alcune banche si rifiutavano o creavano problemi ad effetture il bonifico. E’ mai successo? Grazie

    • Sal @ Rendite Passive dice:

      Mai avuto problemi a fare bonifici verso i siti che menziono, incluso Mintos.

      I siti che menziono sono tutti autorizzati in Europa (non offshore) e trattano investimenti approvati e supervisionati dalle istituzioni.
      Consob li conosce e tutti hanno una sede legale vera e stabile.
      Mintos ha mezzo milione di clienti, esiste dal 2015 ed è autorizzato dalla Financial and Capital Market Commission.
      Quando invece parliamo di exchange di criptovalute, spesso non esistono indirizzi fisici, i soldi finiscono in grossi buchi neri con certe piattaforme.
      Se io dovessi investire in valute virtuali usare SOLO intermediari con sede in Europa, con tanti clienti (tipo eToro Wallet che è enorme e affidabile).
      Binance, ad esempio è proibito.
      Devi sapere che io non investirei mai su siti che sono a rischio sparizione.

    • Sal @ Rendite Passive dice:

      Non ti consiglio uno o l’altro, ma la differenza è che Robocash permette di diversificare geograficamente verso l’Asia, è ben gestita e sta facendo numeri importanti.

  19. Marco dice:

    Buongiorno, su Mintos si evidenzia che a gennaio ha fuori ca.706/Mln ma in recovery (in ritardo) ne ha per 205/Mln: circa un terzo !

    • Sal @ Rendite Passive dice:

      Mintos è un sito rischioso con rendimenti alti.
      Facendo una buona selezione è comunque del tutto normale avere in portafoglio prestiti in ritardo.
      la maggior parte dei prestiti in ritardo vengono ripagati dalla garanzia “buyback guarantee”.
      A volte però questa non basta e comunque finiscono in default.
      Mintos io lo uso nonostante comporti rischi altissimi di perdere soldi.
      Provo a comprare prestiti meno rischiosi e da 7 anni sono in positivo.
      La mia performance passata non mi garantisce alcuna sicurezza per il futuro.

  20. Paolo dice:

    Ciao Sal e grazie per condividere la tua esperienza.
    Vorrei chiederti, investendo con Mintos, come ci si deve regolare dal punto di vista fiscale per eventuali profitti? Come vanno dichiarati in fase di dichiarazione dei redditi?
    Grazie mille

    • Sal @ Rendite Passive dice:

      Ciao Roberto, la materia fiscale è meglio che la tratti un commercialista, io ho una visione limitata al mio caso che potrebbe essere diverso dal tuo.
      Qui trovi un articolo non molto aggiornato sull’argomento.

  21. Jack dice:

    Per mia esperienza tiro fuori da mintos 200 euro al mese puliti. In borsa sono incapace,vendo sempre in perdita, quindi almeno mi rifaccio col p2p.

  22. Andrea dice:

    Ciao Sal, al momento i portafogli che si possono creare sono Mintos Core, Mintos Custom e Investimenti Manuali. È Corretto orientarsi su Mintos Core per chi è neofita del sito? Grazie

    • Sal @ Rendite Passive dice:

      Grazie del commento Andrea!
      Io vedo il “conservative” solo perchè sono vecchio utente e ne ho di attivi.
      Un nuovo utente non può vederlo.
      A mio parere il Mintos Core va bene per iniziare ma poi è più sicuro aggiungere un paio di Mintos Custom e fare le cose come si deve.

      • Sim dice:

        Ciao mi sono appena iscritto e volevo fare Mintos Custom con i tuoi suggerimenti ma deve essere cambiato qualcosa perché non ci sono i tipi di impostazioni che spieghi tu.

        • Sal @ Rendite Passive dice:

          Ciao, al momento quello che io vedo disponibile è differente, vedo più cose perchè mi sono iscritto molti anni fa.
          Inoltre da questo mese hanno aggiunto ETF e Obbligazioni.
          Chi si iscrive oggi dovrebbe essere in grado di fare 3 cose sotto la voce “prestiti” e “crea portafoglio”:
          1 un Mintos Core
          2 Un Mintos custom
          3 e sotto il Mintos Custom la strategia automatizzata (la migliore per me)

  23. Carmine dice:

    Buongiorno a tutti e complimenti per questa pagina all’autore. Ho un problema nella schermata di avvio e creazione del portafoglio e non riesco a trovare info in merito. Praticamente una volta impostato tutto il tasto “salva e attiva” è grigio e non cliccabile. Potreste aiutarmi a risolvere? Grazie

    • Sal @ Rendite Passive dice:

      Ciao Carmine, purtroppo per queste cose è meglio contattare l’assistenza. Io posso solo immaginare che c’è qualcosa nel questionario di idoneità al rischio che non è completo. Ma la mia è solo una supposizione visto che a me funziona tutto e non ho mai avuto quell’errore.

  24. Alberto dice:

    Volevo attivare mintos custom automated ma non me lo permette. Ho chiesto all’assistenza e la risposta e’ stata: risposte al questionario non coerenti al profilo richiesto. Ma quali sono le risposte giuste per sbloccare i mintos custom automated? Grazie

    • Sal @ Rendite Passive dice:

      Ciao Alberto, Mintos è un intermediario regolamentato, quindi ci sottopone un questionario di appropriatezza.
      Non esistono risposte giuste o sbagliate in termini assoluti, ma si può rifare il questionario tutte le volte che si vuole.
      Sul canale Telegram RenditePassive ne ho parlato poche settimane fa.

      In alternativa al “Mintos Custom Automatizzato” posso usare senza limiti il “Mintos Custom manuale”.

  25. Marzio dice:

    Ciao Sal, che ne pensi di Mintos fractional bonds e core ETF? Dovrei considerarli alla stregua di derivati, dunque con un rischio aggiuntivo dato dalla stessa Mintos? Oppure effettivamente sto comprando bond e ETF?

    • Sal @ Rendite Passive dice:

      Gli ETF comprati su Mintos sono tuoi e non c’è rischi diversi da altri broker. I fractional bond non sono esportabili. Quindi si, stai comprando ETF, in, non sono uguali ai bond che trovi sui mercati (ma pagano molto di più).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: ⛔️ Questo materiale è protetto da © Copyright. Condividi questa pagina via WhatsApp poi aggiungila ai tuoi siti preferiti.