Mintos: strategia semplice in italiano – Come funziona l’auto-invest?

Mintos mi ha permesso di tirare fuori il massimo dal P2P “controllando” i rischi

Imparare come usarlo e come impostarlo sta facendo la differenza

Ecco la mia strategia Mintos senza veli!

Mintos si può usare in 3 modi:

  • In automatico con “invest & access” (soldi sempre disponibili)
  • In semi-automatico con “custom strategy” (selezione precisa per esperti)
  • In manuale (investitori raffinati)
Visita Mintos per capire di cosa parlo Leggi prima cosa penso di Mintos

Tutti raccontano sempre la stessa storia!

Diversificare!

E normalmente tutti concordano pensando sia davvero saggio.

Certo che lo è, ma  quando investo devo fare una scelta, e comprare “di tutto un pò” potrebbe non essere la scelta perfetta. Se conosco approfonditamente i prodotti allora perché non faccio una selezione?

Meglio non comprare di tutto, ma concentrarmi prevalentemente su quelli che possono essere “cavalli vincenti”, assicurandomi comunque di non sovraespormi mai su nessun “cavallo” in particolare.

Ecco perché ho scelto di selezionare i migliori originario di prestiti su Mintos e impostare i filtri al meglio.

Come uso Mintos:

  1. Currency/Valuta: Solo €
  2. Loan type/Tipologia di prestito: All/Tutti
  3. Country/Paese: All/Tutti
  4. Loan Originator/Agenzie credito: (Leggi newsletter)
  5. Mintos Rating/Valutazione: Escludo le D e molte C
  6. BuyBack Guarantee/garanzia riacquisto: Yes/SI
  7. Borrower APR (TAEG diciamo): Il più basso
  8. Status/Situazione: Current (ma non è determinante)

Ho analizzato molti strumenti di p2p lending, da Bondora a Twino, Lendix e Soisy. Nessuno di questi, al momento, permette una diversificazione vasta come Mintos.


Mintos strategia video

Ecco un breve video tutorial sull’autoinvest Mintos.

In 1 minuto spiego come faccio io in italiano:

Mintos è diversa da molte piattaforme di p2p lending perché permette di avere un’esposizione geografica molto varia.

In genere però l’essere umano si imbarazza quando ha troppa scelta e qui la scelta è davvero sterminata.

Sono disponibili prestiti in 7 valute che spaziano dai mutui per la casa ai prestiti alle aziende passando per il credito al consumo ordinario. I paesi da cui arrivano i prestiti sono addirittura 27 e le modalità  di ammortamento 4.

Davanti ad una così ampia varietà di filtri l’utente medio si spaventa …e si rifugia nell’autoinvest!

 L’Autoinvest non è affatto male, anzi è il migliore che io abbia mai provato e ho già parlato e anch’esso permette una buona personalizzazione. Questo non investe per noi in automatico, ma favorisce l’incontro tra noi e i prestiti che preferiamo.

Con l’avvento dell’Invest & access (super-autoinvest di Mintos del 2019), è diventato ancora più facile.

Se non conosci ancora bene Mintos ed i prestiti tra privati (p2p) leggi prima qui.

Io dopo aver attivato l’Autoinvest per provarlo, ho immediatamente cominciato a studiare i filtri del mercato primario (primary market) per comprare prestiti scegliendoli uno ad uno.

Ho inoltre analizzato i dati messi a disposizione sugli originators (agenzie che erogano prestiti al dettaglio) e anche i ratings che offre Mintos.

Ho stabilito un contatto con l’efficiente servizio di assistenza all’investitore e mi sono confrontato con altri investitori Mintos trovati nel web.

Dopo qualche mese di testing ho finalmente estratto una formula per sbagliare il meno possibile, ottenere rendimenti alti ma tassi di default ridotti.  

L’obiettivo è mettere in portafoglio prestiti di vario tipo e di vari originatori, soprattutto escludendo i paesi e le tipologie meno performanti.

Prima di continuare ora ti invito a ripagare l’impegno e la ricerca che ho messo nello scrivere questo articolo: ti basterà condividere il post! A te costa zero, per me è motivo di soddisfazione! Grazie!

 

Naturalmente lo studio delle performances passate non permette di prevedere il futuro, ma almeno, così facendo iniziamo col piede giusto e con consapevolezza.

La priorità è non perdere soldi, specialmente quando cerchiamo alti rendimenti, dunque proviamo ad individuare i paesi e gli originatori più affidabili.

Mintos fornisce due mercati su cui comprare prestiti, li chiama “primary market” e “secondary market” e si trovano nel menù “Loan Listing”.

Nel primary market trovo migliaia di prestiti di prima mano che arrivano direttamente dagli originatori. Nel secondary market, come è facile immaginare, compro e vendo prestiti con altri investitori, ma questo l’ho trattato in un articolo ad hoc.

 

 statistiche-mintos-come-selezionare

 

Mintos, sorprendendomi per la trasparenza dei dati, mi ha comunicato che le statistiche che pubblica sono aggiornate, non al mese o alla settimana scorsa, ma addirittura anche più volte al giorno.

Sapendo dunque di avere accesso a dati freschi li ho analizzati a cadenza regolare e ne ho estratto informazioni molto interessanti.

Entrando nel dettaglio vedo ad esempio che gli “agricoltural loans” sono offerti da una sola finanziaria, la AgroCredit Lettone. Gli interessi non sono eccezionali ma, ad oggi, le aziende a cui prestano appaiono piuttosto affidabili nei pagamenti. Il totale prestato su Mintos è molto basso rispetto ad altri originatori ma al momento non hanno pagatori ritardatari e aderiscono al programma di BuyBack.

Il miracolo del BuyBack Mintos

Buyback o “uovo di Colombo”

Il programma di BuyBack non è affatto una garanzia assoluta di protezione ma è uno strumento in più dalla mia parte.

Il BuyBack obbliga le finanziarie erogatrici a ricomprarsi i prestiti che mi ha venduto se i ritardi nei pagamenti superano i 60 giorni.

Fino ad oggi, in caso di ritardi, lo hanno fatto regolarmente.

Non è chiaro cosa fa il Mintos buyback?

Esempio di funzionamento di Mintos Buyback:

  1. Aderisco a un prestito (full) su Mintos
  2. Tutti i mesi quindi devo ricevere gli interessi più una parte del denaro prestato, secondo il piano di ammortamento
  3. Mettiamo che colui che riceve il prestito salta le rate. Non paga.
  4. Dopo 60 giorni di insolvenza la società  finanziaria affiliata a Mintos che mi ha venduto questo prestito se lo deve ricomprare
  5. Quindi anche se il debitore non paga, io che presto sono garantito dall’originatore che mi deve proteggere
  6. Ad oggi dopo decine di migliaia di prestiti a me ha sempre funzionato e non ho perso 1 €

Attenzione: Da investitore non devo fare niente, è tutto automatico.

Sono anche realista, non vi è alcuna garanzia assoluta di non perdere il capitale, ma uso le statistiche per limitare i problemi e trovare la massima convenienza. Se mi dessero garanzia totale su tutto l’investito i rendimenti sarebbero bassi, punto. Un altro fattore che mi aiuta a condividere i rischi con gli originatori è lo “skin in the game”, ossia la quantità di debito che resta nel portafogli delle finanziarie erogatrici. Questo valore varia tra il 5 e il 15%, quindi condivido un pò di rischio con chi mi vende il prodotto.

Per far superare la diffidenza verso un modo così nuovo di investire Mintos mette a disposizione un link da cui iscriversi con dei vantaggi monetari. Io ne approfittai al momento di iscrivermi (1% senza tetto massimo).

Guarda come imposto i filtri  su Mintos

Valuta (currency)

La prima selezione che incontro in “Loan Listing/ Primary Market” è la valuta di investimento. Mintos è davvero enorme e mi offre addirittura un onesto cambio valuta per investire in prestiti non-euro.

Perché mi potrebbe interessare?

Bene, in alcuni paesi sono in offerta al momento prestiti che pagano interessi fino al 19% e questo potrebbe essere un motivo valido.

Se però metto in conto che l’eventuale svalutazione/rivalutazione delle valute non-euro potrebbe annullare o moltiplicare i miei rendimenti allora non ha senso.

Investire in prestiti in altre valute è più pericoloso. Dovrebbe farlo solo chi è molto esperto e sa quello che fa. Continuo a leggere nei forum di gente che si vanta di “fare il 25%” su Mintos (grazie alle fluttuazioni del cambio).

Purtroppo alcuni non capiscono i rischi a cui si espongono.

Seleziono “euro” e nient’altro.


Tipologia di prestito (loan type)

Il secondo filtro sono i tipi di prestito.

Qui trovo :

  • Agricoltural loans
  • Business loans
  • Car loans
  • Invoice financing
  • Mortgages
  • Pawnbroking loans
  • Personal Loans
  • Short-term loans

Al momento i mortgage, i pawnbroking gli invoice financing risultano un pò meno affidabili.

Allo stesso tempo consideriamo che i car loans, gli short-term loans e i mortgage hanno ora rendimenti medi più alti.

D’altra parte è importante guardare più alla salute dell’originatore (colui che ci garantisce il buyback) piu che a quella dei singoli richiedenti. Non è così su Bondora, ad esempio, dove è fondamentale guardare alla “salute” dei singoli per fare alti profitti.

Non escludo nessuno comunque.


Paese originatore (country)

I paesi tra cui scegliere sono 31.

Selezionare in base ai paesi non è facile, perché alcuni paesi, come ad esempio la Lettonia, non hanno un buon record per i Pawnbroking (ci sono anche pochi dati), ma sono affidabili per altri tipi di prestito.

In generale, al momento, la Spagna, la Danimarca e la Polonia hanno statistiche meno favorevoli, ma non li escludo, tutto cambia.

Gli aggiornamenti critici li invio nella newsletter mensile.

Io non escludo nessun paese al momento.


Società originatrici dei prestiti (loan originators)

Sono le varie finanziarie che fanno lo screening del cliente, gli erogano il prestito e si occupano di recuperare i crediti qualora questo non pagasse.

Sono molte e spesso operano in più nazioni (con risultati molto diversi).

Alcune di queste come Creamfinance hanno elaborato dei software per stabilire rapidissimamente l’affidabilità del richiedente ed erogare il prestito in tempi record.

Il sistema si sta rivelando molto efficace e la quantità di denaro prestato aumenta costantemente. È l’ennesimo esempio di tecnologia applicata alla finanza.

Alcune sono specializzate in una tipologia precisa di prestito, come Mogo che è focalizzato sulle automobili, oppure Lendo, che si concentra sugli short/personal loans.

Alcuni dei più grandi, per volumi erogati, sono sicuramente Creamfinance, Lendo, Banknote, Mogo e Creditstar.

Dal punto di vista etico è necessario considerare che alcuni dei tassi applicati da queste società possono essere molto alti.

Nella sezione “Loan Originators” troviamo che ITF, Banknote, GetBucks, MoneyMetro e CreditStar dichiarano di applicare percentuali di interessi davvero alte a chi riceve i prestiti. Sta a noi quindi valutare se questi originatori sono adatti, anche se probabilmente  praticano politiche molto aggressive verso i clienti.

Io escludo gli originatori più piccoli o con ratings troppo bassi. (la lista dei miei preferiti arriva nella newsletter).


BuyBack Guarantee (Garanzia di ri-acquisto)

La scelta qui è tra sì o no.

Ne abbiamo già parlato, io spunto SI’.

Resta comunque che la stragrande maggioranza dei prestiti sono accompagnati da questa utile garanzia.


Status

 mintos-selezione

Qui viene indicato lo stato attuale dei pagamenti.

Se il ricevente stà pagando regolarmente allora sarà “Current”, negli altri casi, come è ovvio, ci sarà ritardo nei pagamenti. I ritardi nei pagamenti non devono assolutamente spaventare dato che sono fisiologici. Spesso i prestiti in ritardo vengono rimborsati o rimodulati, in questi casi viene restituito tutto l’importo immediatamente.

Current è meglio. Significa che il prestito non è in ritardo. D’altra parte conta poco visto che il buyback ce lo offre l’originatore comunque dopo 60 giorni.


Amortization Method

Qui si presentano 4 scelte.

I prestiti Partial, Interest-only e Bullet tendo ad evitarli. Il motivo è di nuovo etico ma anche pratico. Spesso con queste tre tipologie chi deve restituire il denaro ha una super rata finale che a volte non arriva preparato a pagare.


Agli altri filtri dedicheremo uno spazio informativo in futuro.

È buono sapere che un filtro una volta impostato si può salvare, evitando di re-impostarlo ogni volta. Infatti in alto a destra troviamo la funzione “My Filters”, e da lì salvo o applico i miei filtri preferiti.

Quelle appena elencate sembrano una quantità enorme di informazioni ma in realtà prendono pochi minuti di lavoro una tantum e poi resteranno disponibili per sempre.

Chi investe con la consapevolezza dello strumento, in genere, questi calcoli li fa ma se li tiene per sè. Io invece ho voluto condividere una parte di ciò che ho studiato perchè sono sicuro possa servire a chi ha appena iniziato e perché credo… Condividi il Tweet

cosa è Mintos?

Mintos è una impresa di prestiti in peer-to-peer lending che connette prestatori di denaro ad agenzie di credito. Mintos offre prestiti emessi in più paesi anche fuori dall’Europa. La natura dei prestiti spazia dai prestiti personali a quelli auto, ma anche mutui e pegni.


Conclusioni

Filtrando in questo modo io riduco il fastidio di avere prestiti in ritardo di originatori meno seri e posso ottimizzare quindi i rendimenti.

Mintos è il mio p2p preferito, provo ad essere imparziale, ma non riesco a non dirlo, perché è un concentrato di tecnologia e usabilità al servizio di me investitore.

È la piattaforma dove al momento sono più esposto e dove conto di incrementare gli investimenti in futuro.

Il p2p lending italiano che più somiglia a Mintos al momento è Soisy. Poco tempo fa ho scritto anche una recensione su Soisy.

Twino, Viventor, Bondora, Fixura, Housers, EstateGuru e Flender condividono, con alcune differenze, il principio di funzionamento con Mintos.

Visita Mintos (magari col bonus) e poi raccontami come imposti i tuoi filtri nei commenti!
Usi una strategia diversa? Quale?
visita mintos da solo

È stato utile questo articolo?

Fai click sulle stelle ↘️ per votarlo!

Voto medio 0 / 5. Numero: 0

Sii il primo a votare questo articolo!

Se ti è servito questo articolo seguimi sui social media...

Seguimi sui social media!

Mi dispiace che non ti sia servito questo articolo!

Miglioriamolo!

Puoi dirmi cosa non hai trovato?

14 pensieri su “Mintos: strategia semplice in italiano – Come funziona l’auto-invest?

  1. Antonio dice:

    Io ho scelto Invest and Acces e sono soddisfatto. Anche di Bondora perché posso adoperare le carte di credito. Minto sembra un’ammiraglia ben gestita. Antonio

  2. Eugeny dice:

    Ma per il periodo di ritardo e, se questo arrivasse al massimo, viene comunque corrisposto il relativo interesse? Tempo originariamente previsto+ritardo finale?

  3. Tanta roba dice:

    Tanta roba, finalmente un ragionamento dietro certe scelte, grazie, io non scrivo mai commenti ma stavolta mi ha aiutato

  4. Giovanni dice:

    Domanda da neofita: non sarebbe meglio sempre scegliere durate brevi (trimestrali?) per favorire ulteriormente l’interesse composto ? Grazie

    • Rendite Passive dice:

      Non credo.
      I prestiti Mintos possono essere:

      1) Full (quasi tutti)
      2) Partial
      3) Interest-only
      4) Bullet

      Soprattutto gli ultimi due tipi non aiutano l’interesse composto per la loro struttura, ma la stragrande maggioranza dei prestiti che trovo su Mintos sono “Full”.
      Che significa full?
      Vuol dire che ogni mese ricevo una parte di quanto ho prestato indietro più gli interessi.
      A questo punto la durata non credo sia rilevante, negli altri 3 casi potrebbe esserlo ma non mi riguarda al momento.

    • Rendite Passive dice:

      APR è un modo per indicare il totale dei costi che deve sopportare chi riceve un prestito. Le sigle più simili ad APR in Italia potrebbero essere TAEG (tasso annuo effettivo globale è il costo globale del finanziamento) e TAN.

  5. Pingback: Giorgia Architetto home staging

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: ⛔️Il materiale che stai cercando di copiare è protetto da © Copyright. Metti un link a questo contenuto invece di copiarlo.